News in evidenza

Saldi di fine stagione

La Regione Toscana, con delibera G.R. n. 1332 del 4/11/2019, ha definito la data di inizio delle vendite di fine stagione invernale per l’anno 2020: i saldi inizieranno il 4 gennaio 2020 e dureranno per 60 giorni.

Fontanelli o casette dell’acqua. OBBLIGO DI REGISTRAZIONE

Si informa che i distributori di acqua destinata al consumo umano, sottoposta a processi di trattamento, noti come “fontanelle”, ”chioschi dell’acqua”, ”casette dell’acqua” e simili, che distribuiscono acqua, a volte a titolo gratuito ed a volte a pagamento, da consumare sia direttamente in loco sia dopo riempimento di appositi contenitori forniti dal gestore o portati dai consumatori, sono considerati vere e proprie attività di somministrazione.

Con Sentenza n. 10285/2018 il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio, infatti, ha stabilito che le unità distributive aperte al pubblico di acqua destinata al consumo umano sottoposta a processi di trattamento variamente denominate (“fontanelle”, “case dell’acqua” e simili), attuano una “somministrazione di bevande”.

Si rende quindi necessario procedere con la costituzione dell’anagrafica di queste particolari strutture in quanto attività di somministrazione di bevande, specificando che i relativi gestori assumono la veste di “Operatori del settore alimentare” (OSA) e sono quindi soggetti al rispetto della disciplina vigente e in particolare agli obblighi di registrazione ex art. 6 del Regolamento CE 852/2004.

Tale registrazione si effettua sul portale regionale STAR selezionando la voce Endoprocedimento “ASL90” – sezione “Distributori” – voce “Distributori di acqua potabile – “casette dell’acqua”.

Nei Piani di Autocontrollo adottati devono essere individuati, per ciascuna unità distributiva, i relativi punti critici di controllo e predisposte analisi di laboratorio che contemplino sia il mantenimento dei parametri relativi alla potabilità dell’acqua sia il controllo di eventuali cessioni derivanti dai materiali a contatto con l’acqua.

Si invitano dunque i gestori che non hanno effettuato la dovuta registrazione a provvedere entro e non oltre il 30 novembre 2019.

Denuncia vendita alcolici – CHIARIMENTI

Con Circolare RU 131411 del 20/9/2019 l’Agenzia delle dogane e dei  monopoli spiega le conseguenze del ripristino dell’obbligo di denuncia e licenza per gli esercizi di vendita di prodotti alcolici. In particolare:

a) per le attività di vendita avviate dal 30/6/2019, la comunicazione presentata al Suap (se sul portale Star si è attivato l’endoprocedimento ADM1) vale come denuncia all’Agenzia delle dogane e dei monopoli;

b) per le attività di vendita avviate dal 29/8/2017 al 29/6/2019 (quando non era prevista la denuncia), occorre presentare la denuncia entro il 31/12/2019 all’Agenzia delle dogane e di monopoli, sul modello reperibile sul sito  https://www.adm.gov.it/portale/modulistica1

c) per le attività di vendita avviate prima del 29/8/2017 ma che non abbiano completato il procedimento tributario di rilascio della licenza, occorre presentare la denuncia entro il 31/12/2019, come indicato al punto b)

d) per le attività di vendita attive prima del 29/8/2017 e già in possesso della licenza fiscale non è previsto nessun ulteriore adempimento. Ma, nel caso in cui siano intervenute variazioni nella titolarità dell’esercizio (subingresso), l’attuale gestore è tenuto a darne tempestiva comunicazione all’Agenzia delle dogane e dei monopoli, al fine di procedere all’aggiornamento della licenza.

Infine, le attività di vendita di prodotti alcolici che avvengono nel corso di sagre, fiere, mostre ed eventi similari a carattere temporaneo e di breve durata non sono soggette all’obbligo di denuncia fiscale.

Aggiornamento Tariffe ASL per attività

L’Azienda USL Toscana Centro informa che dal Tariffario delle prestazioni comuni a più aree di attività della Prevenzione Collettiva è stato eliminato l’obbligo di alcuni versamenti finora dovuti, e precisamente:

ISP5 (strutture alberghiere)

ISP6 (strutture ricettive extra-alberghiere)

ISP9 (acconciatori, estetisti, tatuaggi e piercing)

Z16 bis (notifiche art. 67 D.Lgs. 81/2008).

Rimane dovuta la tariffa Z34 (notifica ai fini della registrazione delle imprese nel settore alimentare), arrotondata a € 39,00.

Denuncia per la vendita di alcolici

Si comunica che sulla banca dati regionale è stato reso disponibile il modello per la comunicazione-denuncia per la vendita di alcolici ex D.Lgs. n. 504/1995 (v. endoprocedimento ADM 1).
A seguito dell’approvazione del Decreto-crescita (L. 28 giugno 2019, n. 58), infatti, è stato reintrodotto l’obbligo della denuncia fiscale per la vendita di alcolici a carico di alcune attività che dal 2017 ne erano state esentate.

In particolare, l’esonero riguardava gli esercizi pubblici, gli esercizi di intrattenimento pubblico, gli esercizi ricettivi, i rifugi alpini, le mense aziendali e gli spacci annessi ai circoli privati, insomma tutte le situazioni di vendita dei prodotti alcolici al consumatore finale, a prescindere dalla modalità di commercializzazione (come chiarito dall’Agenzia delle Dogane con Nota RU 113015 del 9 ottobre 2017).
L’obbligo di denuncia fiscale è stato dunque reintrodotto per tutte queste attività a decorrere dal 30 giugno 2019, data di entrata in vigore della Legge.

Aggiornamenti Normativi

STRUTTURE RICETTIVE: entro 31/03/2019 obbligo di adeguarsi al Regolamento

L’art. 64 comma 4 DPGR 47/R/2018 (Regolamento di attuazione della Legge Regionale 86/2016 – Testo Unico Turismo) impone alle strutture ricettive esistenti all’11/08/2018 di adeguarsi alle disposizioni del regolamento entro il 31/03/2019, salvo i casi di comprovata impossibilità tecnica. Ulteriori info nelle pagine dedicate

Strutture di accoglienza sociali e socio sanitarie

Approvata con decreto regionale n. 19880 del 12.12.2018 la modulistica relativa alle strutture di accoglienza sociali e socio sanitarie:  soggette a comunicazione (art. 22 DPGR 9.1.2018, n.2/R)  e soggette ad autorizzazione (art. 21 DPGR 9.1.2018, n.2/R).  Aggiornati i relativi codici attività in STAR.

Nuovo “Codice del Commercio” L.R. 62 del 23/11/2018

In vigore dal 13.12.2018 la L.R. 62 del 23.11.2018 “Codice del Commercio”. Testo Unico in materia di commercio in sede fissa e su aree pubbliche, somministrazione di alimenti e bevande,vendita di stampa quotidiana e periodica,distribuzione di carburanti e attività fieristico-espositiva

legge_R.T_62_2018_Codice_Commercio

Modifiche alla legge regionale sul turismo: in vigore dal 09.06.2018

GAS TOSSICI: Revisione quinquennale patenti abilitazione all’impiego di gas tossici.

Nuova Pratica